C’e’ nessuno in Europa?!! Ora c’e’!!!

Durante la campagna elettorale appena passata Dario fu preso simpaticamente in giro per un suo tweet dal mitico Zoro. Ora possiamo dire che in effetti, dopotutto QUALCUNO c’e’, in Europa.

Qualcuno che ricorda la posta in gioco complessiva, che è strategica, sistemica. Ve la dico più chiara? NON AVREMMO BISOGNO DI CACCIABOMBARDIERI, di cui peraltro il nostro MInistro della difesa non sa nemmeno spiegare l’utilità ( date una occhiata al video, vale la pena arrivare alla supercazzola del minuto 3.24), se non dipendessimo energeticamente dai nostri potenti e scomodi vicini e/o alleati.

Si è calcolato che i contributi per le energie rinnovabili assommino allo 0.5%-0,7% del PIL Italico. La metà di quanto spendiamo in armamenti. Ed un quinto dei contributi erogati, nelle più varie forme e dei costi diretti ed indiretti delle energie NON rinnovabili. E’ una stima MONDIALE. IN Italia siamo quasi sicuramente a livelli superiori. QUINDI, al contrario di quel che si dice, una corretta politica di crescita delle energie rinnovabili, del risparmio energetico, delle tecnologie di stoccaggio, dell’interscambio tra le nazioni d’Europa è una politica che rende più SICURI i budget dei singoli paesi e li mette al riparo dalle crisi internazionali.

Avete qualche dubbio che se ne avvicinino di grosse?

Allacciate le cinture Crisis è qui per raccontarvele. Se possibile in anticipo, come è nostra tradizione…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *